Filtri

Accordo di Programma Quadro


L’Accordo di Programma Quadro (APQ) è uno strumento di programmazione negoziata con il quale l’amministrazione centrale e le amministrazioni regionali (o province autonome), con cui si impegnano a collaborare, definiscono un piano pluriennale di interventi sulla base di una ricognizione programmatica delle risorse finanziarie disponibili, dei soggetti interessati e delle procedure amministrative occorrenti.
Nell’Accordo sono, infatti, indicati:

  • le attività e gli interventi da realizzare, con i tempi e le modalità di attuazione;
  • i soggetti responsabili ed i relativi impegni;
  • le risorse finanziarie occorrenti, a valere sugli stanziamenti pubblici o reperite tramite finanziamenti privati;
  • le procedure ed i soggetti responsabili per il monitoraggio e la verifica dei risultati.

I promotori degli APQ sono Stato, Regione e Enti pubblici. Queste stesse amministrazioni, con anche l’intervento dei privati, rappresentano i soggetti attuatori.
Per Accordi di Programma Quadro rinforzati si intendo quegli Accordi contenenti la definizione di un sistema di indicatori di risultato e di realizzazione, la verifica della sostenibilità finanziaria e gestionale, le modalità di monitoraggio e di valutazione in itinere ed ex post. Tali APQ devono altresì prevedere appropriati sistemi di gestione e controllo degli interventi e sono sottoposti alla sorveglianza del Ministro per la coesione territoriale attraverso il Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica, che deve verificare l’efficace funzionamento di tali sistemi di gestione e controllo, anche con riferimento all’ammissibilità delle spese.