Filtri

Il Controllo di I Livello

Il controllo di I Livello è l’insieme di apposite verifiche (verifiche amministrative e verifiche sul posto) svolte in concomitanza con la gestione e l’attuazione dei Programmi Operativi al fine di accertare il rispetto del principio fondamentale della sana gestione finanziaria e la corretta esecuzione delle operazioni. Questo controllo viene eseguito prima della presentazione di ogni certificazione di spesa da parte dell’Autorità di Certificazione alla Commissione Europea.
Il controllo di I livello si distingue dagli ulteriori controlli effettuati rispettivamente dall’Autorità di Certificazione e dall’Autorità di Audit.

Il compito di svolgimento dei controlli deve essere affidato all’Ufficio di controllo di I livello, ufficio indipendente dagli altri organi della struttura di gestione preposti all’attuazione dei Programmi e delle operazioni, al fine di assicurare il rispetto del principio di separazione delle funzioni (art. 125 par. 7 del Regolamento (UE) 1303/2013).

Scopo del controllo di I livello

Il controllo di I livello riguarda “gli aspetti amministrativi, finanziari, tecnici e fisici delle operazioni” (art. 125, paragrafi 4, 5 e 7 del Regolamento (UE) n. 1303/2013) e viene eseguito allo scopo di:

  • verificare la completezza della documentazione amministrativa, tecnica e contabile degli interventi;
  • verificare l’effettiva e regolare esecuzione dei progetti finanziati dal Programma Operativo;
  • garantire la correttezza, la regolarità e l’ammissibilità della spesa sostenuta e dichiarata rispetto alla vigente normativa europea, nazionale, regionale e di settore;
  • accertare il rispetto degli adempimenti in materia di informazione e pubblicità;
  • accertare il rispetto della normativa europea e nazionale in materia di appalti e contratti pubblici, di aiuti di Stato alle imprese, di ambiente, di pari opportunità e non discriminazione;
  • scongiurare l’eventualità di un doppio finanziamento.

Come viene effettuato il controllo di I livello

Prima dell’avvio delle verifiche, al fine di garantire un’adeguata attività di controllo di I livello, il Responsabile dell’Ufficio Controlli definisce una dettagliata pianificazione e organizzazione delle attività, tenendo conto delle risorse umane ed economiche da impiegare per i controlli e utilizzando i seguenti principali strumenti utili per un efficiente ed efficace svolgimento:

  • pista di controllo per ciascun Asse/attività del PO;
  • check-list di controllo per le verifiche dei singoli interventi finanziati;
  • calendario dei controlli;
  • comunicazione di annuncio del controllo (per le verifiche sul posto);
  • verbale dei controlli;
  • registro dei controlli.

I controlli nei PO a titolarità dell’Agenzia

Per i Programmi Operativi a titolarità dell’Agenzia per la coesione territoriale – PON Governance e Capacità Istituzionale e PON Città Metropolitane – il Controllo di I livello è affidato all’Ufficio 7 “Centro di competenza nazionale sul coordinamento ed esecuzione dei controlli di I livello”, dell’Area Programmi e procedure  funzionalmente indipendente dalle Autorità di Gestione.

VAI ALLE LINEE GUIDA E ALLE CHECK LIST

La rete nazionale degli Uffici di Controllo di I livello dei Programmi Operativi FESR