Filtri

I cantieri presidiati dalla Task Force Edilizia Scolastica


La TFES svolge attività di presidio ed affiancamento agli Enti locali beneficiari di finanziamenti per interventi di riqualificazione del patrimonio di edilizia scolastica. Dal 2017 al 31 dicembre 2019 sono stati eseguiti 6.574 sopralluoghi presso 3.074 Enti, titolari di 5.077 interventi per un costo complessivo di quasi 5 miliardi di euro (4.809 Meuro). In questa sezione sono presentati alcuni interventi di edilizia scolastica presidiati dalla TFES e ritenuti particolarmente significativi. Per ciascun intervento sono disponibili una scheda tecnica con i dettagli dei lavori eseguiti e alcune immagini.



Comune di Castellana Sicula (Palermo)

Scuola secondaria di I grado Castellana-Fermi


Scheda intervento

  • Titolo intervento: ricostruzione della palestra a servizio dell’edificio scolastico in c.da Frazzucchi
  • Importo: 800.000,00 €
  • Copertura finanziaria: Programmi Operativi Regionali FESR 2014-2020 – Azione 10.7.1
  • Titolare programmazione: Regione Siciliana
  • Stato di attuazione: concluso
  • Durata dei lavori: 12,6 mesi
  • Entrata in esercizio: 06/02/2019
  • Tipologia lavori: ricostruzione 
  • Numero studenti: 250 di cui 90 appartenenti alla Scuola secondaria di I grado Castellana Sicula-Fermi
  • Sopralluoghi TFES: 27/01/2017 –26/04/2018  (ultimo aggiornamento 06/05/2019) 

Descrizione intervento

L’intervento ha previsto la ricostruzione della palestra scolastica della Scuola secondaria di I grado Fermi nel Comune di Castellana Sicula, un comune italiano sito all’interno del Parco delle Madonie, di circa 3.100 abitanti nella Città Metropolitana di Palermo.
Nel territorio comunale non sono presenti altre palestre ad uso scolastico. La nuova palestra, pertanto, sarà fruibile anche da parte dagli studenti delle altre scuole del Comune, in totale circa 250 alunni.
L’intervento di ricostruzione della palestra scolastica, si è reso necessario poiché a seguito di precedenti lavori di messa in sicurezza dell’edificio scolastico, il Comune ha dovuto demolire l’esistente palestra di pertinenza in quanto non erano garantiti i requisiti di sicurezza necessari per lo svolgimento delle attivita’ sportive.

Mappa