Filtri

Giornata mondiale della consapevolezza delle perdite e degli sprechi alimentari


da 29 Settembre 2020 a 29 Settembre 2020 -
Eventi
-

Online

Ogni anno un terzo del cibo sulla terra, 1,3 miliardi circa di tonnellate, viene sprecato senza neanche arrivare in tavola, che fanno ottenere a loro volta 4,4 miliardi di tonnellate di CO2 emessa nell’atmosfera e un consumo di acqua pari a 170 miliardi di metri cubi. Intanto, oltre 820 milioni di persone nel mondo soffrono la fame: è il 10,8% della popolazione, ovvero 1 persona su 10 che abita il pianeta. C’è poi lo spreco alimentare legato alla gestione e fruizione del cibo nelle nostre case. Solo in Italia, lo spreco alimentare domestico pesa 529,9 grammi ogni settimana per ciascun cittadino, pari a oltre 25 kg di cibo gettati ogni anno. Considerando l’intera popolazione italiana si arriva a un dato vertiginoso: 1.526400 tonnellate di cibo ogni anno sprecate in Italia, nelle sole dinamiche di fruizione domestica del cibo”. (Fonte: Diari di Famiglia Distal – Waste Watcher. Progetto Reduce dell’Università di Bologna/Distal con il Ministero dell’Ambiente e la campagna Spreco Zero). 

Oggi, 29 settembre, si celebra la prima Giornata mondiale della consapevolezza delle perdite  e degli sprechi alimentari, International Day of Awareness for Food losses and waste. 

L’iniziativa, proclamata dalle Nazioni Unite, rappresenta un chiaro invito all’azione per sensibilizzare il mondo intero, cittadini e Istituzioni, sulla centralità della questione delle perdite e dello spreco di cibo e sulle sfide più rilevanti da affrontare per favorire un’economia sostenibile e circolare per il futuro del Pianeta.

L’impegno contro gli sprechi alimentari dev’essere una priorità globale e quest’anno, l’emergenza sanitaria da Covid-19, ha dimostrato a tutti l’importanza di ripensare il nostro modo di vivere, adattarci a nuove realtà e adottare sistemi alimentari sostenibili: il risparmio del cibo, infatti, non è solo un problema etico ma determina anche effetti sui piani economico e ambientale per l’impatto negativo sul dispendio energetico e sullo smaltimento dei rifiuti. Affrontare la perdita e lo spreco di cibo è, quindi, fondamentale per aumentare l’efficienza nel modo in cui il nostro cibo viene prodotto, distribuito e consumato.

 Numerosi gli eventi in programma. Tra questi si segnalano: 

  • Zero Waste Global Convivium”  –  una maratona virtuale per riflettere a livello globale sul tema dello spreco di cibo e dell’impatto che esso ha sui nostri ecosistemi, seguendo un approccio multidisciplinare e multiculturale per rispondere al quadro comune dell’Agenda 2030 Onu per lo Sviluppo Sostenibile. A lanciare l’iniziativa sono la Rappresentanza della Commissione europea in Italia, Fao E-learning Academy, Future Food Institute, Campagna Spreco Zero e Fondazione Fico.

Nell’ambito dell’iniziativa si è tenuto a Roma dalle sale di “Spazio Europa”, sede della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia,  e in modalità virtuale, l’evento Food Losses and Waste. A Global challenge and one of the pillar of the EU action agenda towards 2030”, con presentazioni di soluzioni innovative contro lo spreco alimentare a partire dalla cucina a cura del Food Alchemist team del Future Food Institute.

  • Stop alle perdite e agli sprechi alimentari. Per le persone. Per il pianeta – l’evento a cura della FAO si terrà in modalità virtuale dalle 16:00 alle 19:30, durante la 75esima sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Alle  17:10 sarà possibile seguire l’intervento del ricercatore italiano Andrea Segrè, fondatore della campagna Spreco Zero, coinvolto nei lavori del meeting nell’ambito del panel dedicato al rapporto fra sostenibilità e prevenzione degli sprechi alimentari.

L’evento sarà trasmesso via webcast oppure registrandosi via Zoom qui.

 

Approfondimenti: 

Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite

FAO

VIDEO FAO

Rappresentanza in Italia della Ce

Sprecozero.it

Agenda ONU 2030