Filtri

Rete nazionale comunicatori Fondo Europeo Sviluppo Regionale (FESR)


Rete comunicatori FESR

La comunicazione riveste un ruolo fondamentale nella diffusione della conoscenza dell’Unione europea e delle sue politiche e, quindi, nell’assicurare la necessaria partecipazione della società alla costruzione e all’attuazione delle  politiche di coesione.

Per questo motivo l’Unione europea ha sempre incoraggiato e sostenuto anche con il dettato regolamentare la creazione di reti di comunicatori a livello europeo e nazionale.

L’Agenzia per la coesione territoriale, sin dalla sua creazione,  riveste il ruolo di coordinatore nazionale della rete dei comunicatori FESR.

Un po’ di storia

La rete nazionale dei comunicatori FESR in Italia nasce nel 2005 per impulso e con il coordinamento dell’allora Dipartimento per le politiche di sviluppo e coesione (DPS), incardinato presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Lo scopo principale della rete era quello di favorire lo scambio di buone pratiche tra i responsabili della comunicazione dei vari Programmi operativi cofinanziati sui Fondi strutturali e di investimento europei. La rete nel corso degli anni ha svolto  un ruolo proattivo all’interno della rete europea dei comunicatori FESR INFORM.

Con la trasformazione nel 2013 del DPS in Agenzia per la Coesione territoriale l’attività è stata trasferita alla nuova amministrazione.

Nel corso del periodo di programmazione 2014-2020 la rete si è riunita regolarmente per affrontare le sfide di una comunicazione della politica di coesione improntata all’uso di nuove tecnologie ed esposta alla diffusione di una informazione non sempre corretta ed affidabile sui temi europei.

Sempre nello stesso periodo di programmazione la rete dei comunicatori FESR insieme a quella dei comunicatori FSE e allo staff del Dipartimento per il Sud e la Coesione territoriale ha offerto supporto ai tre Responsabili nazionali per la comunicazione incardinati rispettivamente nell’Agenzia per la Coesione territoriale nell’ANPAL e nel Dipartimento per la Coesione.

La rete oggi

Con il periodo di programmazione 2021-2027 la Commissione europea ha riunito le precedenti reti europee operanti per il FESR (INFORM) e per il FSE (INIO) in un’unica rete INFORM EU comprendente anche tutti i nuovi Fondi previsti dall’attuale periodo di programmazione con il nuovo Responsabile Nazionale della comunicazione, Dott.ssa Simona De Luca del Dipartimento per il Sud. Sempre con riferimento al nuovo periodo di programmazione la rete ha elaborato una proposta di strategia nazionale per la comunicazione dei Fondi europei che prevede azioni congiunte tra tutti gli attori istituzionali e non coinvolti nell’attuazione delle politiche di coesione in Italia.


Programmazione 2021 – 2027

Regolamento UE 1060/2021 – Disposizioni comuni applicabili ai Fondi dell’Unione – Gazzetta ufficiale dell’Unione europea 30 giugno 2021

Comunicare la politica di coesione nel periodo 2021-2027 – consulta il documento


Il logo unico nazionale della politica di coesione 2021-2027

coesioneitalia_logo-orizz_colori

Il logo unico nazionale della politica di coesione per il 2021-2027, presentato e condiviso con la rete dei comunicatori dei programmi FESR e FSE+, accompagnerà tutte le amministrazioni centrali, regionali e locali coinvolte nell’attuazione della politica di coesione e nasce da un’indicazione della Commissione europea volta a favorire la predisposizione di un’unica identità visiva di facile e immediata riconoscibilità per le iniziative di comunicazione di tutti i Programmi del ciclo di programmazione.

Sulla pagina del portale unico OpenCoesione dedicata alla Comunicazione 2127 sono disponibili personalizzazioni, tool grafici e un Manuale d’uso dedicato.

La richiesta europea diventa anche un’opportunità nazionale per dare forte identità di comunicazione alla politica di coesione italiana nel suo complesso e interesserà, con le opportune declinazioni, anche Piani e Programmi sostenuti dalle risorse nazionali della politica di coesione.