Filtri

Strategie delle Politiche di Coesione

L’Agenzia per la coesione territoriale informa e comunica dell’attuazione della programmazione nazionale stabilita nell’Accordo di Partenariato 2014 – 2020, creando collegamenti con le più importati politiche nazionali e i piani di sviluppo: Agenda Digitale, Agenda Urbana Europea, Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente, Strategia Nazionale Aree Interne, Strategia Italiana per la Bioeconomia e la Strategia e Politica Marittima Integrata.

Il Quadro Strategico Comune (QSC) è un documento strategico di lavoro, emanato dalla Commissione europea nel 2012, che fornisce una guida alla programmazione e al coordinamento settoriale e territoriale degli interventi finanziati dai fondi di sviluppo e investimento europei e dal Fondo di Coesione. Il QSC declina nei cosiddetti “obiettivi tematici”, alla base della programmazione 2014-2020, gli obiettivi della Strategia Europa 2020.

Strategia Europa 2020

La strategia Europa 2020 è il programma dell’UE che punta a potenziare la crescita e l’occupazione nei Paesi membri. Crescita intelligente, sostenibile e inclusiva sono le parole chiave per superare le carenze strutturali dell’economia europea.

Agenda Digitale

L'Agenda Digitale Europea è uno dei 7 pilastri della Strategia Europa 2020, che indica gli obiettivi di crescita dell’UE fino al 2020. Lo scopo dell’Agenda Digitale è fare leva sul potenziale delle tecnologie ICT per favorire innovazione, progresso e crescita economica, avendo come obiettivo principale lo sviluppo del mercato unico digitale

Agenda Urbana Europea

L’Agenda Urbana Nazionale è un documento che individua i temi fondamentali di sviluppo che coinvolgono in maniera diretta le Città. Tra le priorità dell’Agenda Urbana Nazionale si ritrovano la povertà, la segregazione spaziale e sociale, il cambiamento demografico e l’utilizzo delle energie rinnovabili. Nella politica di coesione 2014-2020, almeno il 5% delle risorse del FESR è stanziato per le aree urbane con azioni Integrate per lo Sviluppo Urbano Sostenibile

Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente (SNSI)

La Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente (SNSI), condizionalità ex-ante per realizzare investimenti in materia di ricerca e innovazione, rappresenta una novità assoluta per l’Italia: l’opportunità di avere una politica di ricerca e innovazione per il Paese basata su un sistema di governance partecipata. La SNSI valorizza le interrelazioni tra la pubblica amministrazione, il mondo della ricerca, l’industria e la società civile

Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI)

La Strategia Nazionale per le Aree Interne rappresenta una azione diretta al sostegno della competitività territoriale sostenibile, al fine di contrastare, nel medio periodo, il declino demografico che caratterizza le aree interne del Paese. L’obiettivo è creare nuove possibilità di reddito e di assicurare agli abitanti l’accessibilità ai servizi essenziali (trasporto pubblico locale, istruzione e servizi socio-sanitari) nonché di migliorare la manutenzione del territorio stesso

Le Strategie Macroregionali

Una "strategia macroregionale" è un quadro integrato approvato dal Consiglio europeo, che può essere sostenuto, tra l'altro, dai fondi strutturali e di investimento europei per affrontare le sfide comuni affrontate da un'area geografica definita relativa agli Stati membri dell’Unione europea e ai paesi terzi situati nello stessa area geografica che beneficia quindi di una cooperazione rafforzata che contribuisce al raggiungimento della coesione economica, sociale e territoriale.

Strategia Italiana per la Bioeconomia

La Cabina di Regia FSC ha approvato, ad ottobre 2017, la Strategia Italiana per la Bioeconomia che promuove la contaminazione tra gli ambiti di attività economica e di sviluppo tecnologico delle aree tematiche SNSI: “Salute, alimentazione e qualità della vita” e “Industria intelligente e sostenibile, energia e ambiente”. Contestualmente sono stati approvati i piani strategici collegati: Agrifood* e Bio-based Industry**

S3P Agrifood

La piattaforma di Smart Specialisation per il settore agroalimentare (S3P Agrifood) mira ad accelerare lo sviluppo di progetti di investimento congiunti nei paesi membri, incoraggiando e sostenendo la cooperazione interregionale, in settori prioritari legati alla agricoltura e all’alimentazione. S3P Agrifood sarà co-sviluppata e co-guidata dalle regioni assicurando una partecipazione attiva e l’impegno delle imprese e delle organizzazioni imprenditoriali, nonché degli istituti di ricerca, del mondo accademico e della società civile.

Bio-based Industry

Il Bio-Based Industries Joint Technology Initiative– BBI JTI è un partenariato pubblico-privato da 3,7 miliardi di euro (975 milioni di euro di fondi Horizon 2020 e 2,7 miliardi di investimenti privati) tra l'UE e il consorzio di industrie basate su biomassa.

Strategia e Politica Marittima Integrata

L'azione congiunta a livello europeo può rappresentare un significativo valore aggiunto al fine di perseguire obiettivi come l'interconnessione delle industrie e delle attività marittime. Incoraggiando le autorità nazionali allo scambio dati, si può contribuire alla competitività internazionale dell'UE, all'uso efficace delle risorse, alla creazione di posti di lavoro e allo sviluppo di nuove fonti per un ulteriore sviluppo, proteggendo gli ecosistemi marini e costieri.

Contenuti Correlati

  • Le Risorse e i Fondi

    Il ciclo di programmazione 2014-2020 prevede per l’Italia un budget di risorse pari a 140.637,6 milioni di euro, di cui circa 44.656 da risorse comunitarie

  • Strumenti e Programmi

    L'Accordo di Partenariato è lo strumento che stabilisce, per ciascuno Stato membro dell'UE, il quadro strategico della programmazione nazionale relativa al periodo 2014-2020 dei fondi SIE.

  • Gli Attori

    Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e all’Agenzia per la coesione territoriale sono affidate programmazione, coordinamento, sorveglianza e accompagnamento della politica di coesione.