Programma

 
Il PON Governance e Assistenza Tecnica 2007-2013 è il Programma Operativo Nazionale cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e destinato alle quattro Regioni italiane dell’Obiettivo Convergenza - Calabria, Campania, Puglia e Sicilia - con l’obiettivo i migliorare le competenze tecniche e di governance delle Amministrazioni responsabili della gestione degli interventi di politica di coesione.
 
Al tempo stesso il PON supporta, attraverso interventi di assistenza tecnica, l’attuazione della programmazione della politica di coesione unitaria 2007-2013.
 
L’impostazione del Programma segue i principi degli Orientamenti Strategici Comunitari (OSC) che attribuiscono alla governance un ruolo essenziale per l’attuazione della politica di coesione a tutti i livelli. Su queste basi il PON rappresenta lo strumento per la concreta realizzazione dell’Obiettivo Specifico 10.1.1: “Rafforzare le competenze tecniche e di governo delle amministrazioni e degli enti attuatori, per migliorare l’efficacia della programmazione e la qualità degli interventi per offrire servizi migliori alla cittadinanza” nell’ambito della Priorità 10 del Quadro Strategico Nazionale (QSN) 2007-2013. Inoltre, mantenendo la correlazione tra strumenti già prevista nella precedente programmazione tra PON ATAS e QCS 2000-2006, anche nel ciclo 2007-2013 il PON Governance offre un supporto al complesso delle attività previste dal QSN 2007-2013.
 
Il Programma è stato adottato con Decisione C(2007) 3982 del 17 agosto 2007. Successivamente è stato modificato con la Decisione C(2012) 7100 del 9 ottobre 2012 e con la Decisione C(2014) 9103 del 26 novembre 2014. Sulla base di quest’ultima riprogrammazione il PON prevede attualmente una dotazione complessiva di €184.127.207 (di cui il 75% di contributo comunitario).
 
L’aggiornamento del Programma avvenuto a ottobre 2012 è stato effettuato sulla base di una verifica dei progetti finanziati dall’inizio della programmazione e delle risorse finanziarie residue. Ulteriori elementi che hanno motivato tale revisione sono venuti dal percorso di autovalutazione avviato a fine 2010 con l’obiettivo di verificare progressi, criticità e risultati prodotti nei primi anni di attuazione del Programma. La riprogrammazione del 2012 è stata inoltre orientata dalle indicazioni relative a una maggiore efficacia dell’azione, sulla qualità e sull’accelerazione degli interventi di politica di coesione contenute dalla Delibera CIPE n.1/2011 “Obiettivi, criteri e modalità di programmazione delle risorse per le aree sottoutilizzate e selezione ed attuazione degli investimenti per i periodi 2000-2006 e 2007-2013”, concretizzata nel Piano di Azione Coesione (PAC).
 
In continuità con la strategia originaria il PON a ottobre 2012 ha quindi aderito al PAC, contribuendo con una quota delle risorse nazionali originarie pari a 50 milioni di euro ed è stato parzialmente innovato con l’obiettivo di accelerare l’uso dei fondi comunitari e migliorare l’efficacia nell’utilizzo delle risorse, privilegiando un approccio per progetti focalizzati su risultati misurabili che ha portato all’introduzione dell’Obiettivo I.4 del PON (“Azioni mirate”). La revisione del 2012 ha inoltre indirizzato la strategia del Programma verso interventi diretti a supportare le Amministrazioni a prepararsi al ciclo di programmazione 2014-2020.
 
La richiesta di revisione approvata dalla Commissione a novembre 2014, viceversa, ha interessato unicamente il quadro finanziario, con l’obiettivo di garantire la prosecuzione di alcuni interventi a supporto della nuova programmazione - oltre il periodo di ammissibilità della spesa del Programma 2007-2013 - e di destinare economie realizzate dal PON al finanziamento di nuove operazioni, prioritariamente rivolte al ciclo 2014-2020.
 
Il PON Governance e Assistenza Tecnica 2007-2013 - FESR opera in modo sinergico con il PON Governance e Azioni di Sistema - FSE, a titolarità del Ministero del Lavoro e riferito anch’esso alla Priorità 10 del QSN, nonché con gli interventi della politica nazionale di coesione, finanziati dalle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione – FSC (ex Fondo per le Aree Sottoutilizzate - FAS) e dalle risorse nazionali riservate al meccanismo premiale e al sostegno tecnico dell’iniziativa degli Obiettivi di servizio per il Mezzogiorno, prevista dal QSN 2007-2013.
 
La sinergia riguarda non solo gli strumenti ma anche le strutture: per l’attuazione del PON sono previste infatti forme di relazioni partenariali verticali e orizzontali. In questo quadro si inserisce anche il ruolo svolto dal Dipartimento delle Funzione Pubblica quale Organismo Intermedio per gli Obiettivi operativi II.4 e II.5 del Programma.