Rafforzamento delle strutture operative e delle competenze nella P.A. - Progetti Operativi di Assistenza Tecnica (POAT)

Procedura e metodologia di attuazione

La procedura per l'attivazione dell'Obiettivo II.4, definita nel Manuale Operativo per la redazione dei Piani di Riorganizzazione e Rafforzamento delle capacità, prevede la presentazione dei "Piani di Riorganizzazione e Rafforzamento delle capacità" da parte delle Amministrazioni centrali competenti sui quattro ambiti prioritari di policy già individuati nel PON (pari opportunità; ambiente; accelerazione delle attività di recepimento della normativa comunitaria e monitoraggio degli obiettivi della "politica di Lisbona" internazionalizzazione), nonché di tutte le altre Amministrazioni Centrali già attive nel processo di costruzione del QSN.
 
I Piani sono articolati in due parti, tra loro funzionali:
  • il Piano di Riorganizzazione Interna (PRI), promosso esclusivamente con risorse interne all'Amministrazione centrale, strumentale alla gestione e implementazione dei Progetti Operativi di Assistenza Tecnica (POAT)
  • il Progetto Operativo di Assistenza Tecnica (POAT) sulle singole policy, finalizzato a soddisfare il bisogno di supporto e di cooperazione istituzionale espresso dalle Amministrazioni Regionali dell'Obiettivo Convergenza (cfr. posizione unica delle Regioni);
L'istruttoria e l'approvazione dei PRI è affidata all'Organismo Intermedio del PON (Dipartimento della Funzione Pubblica), che si avvale di uno specifico Comitato Tecnico consultivo con funzione di supporto all'attività di accompagnamento e di valutazione dei Piani (griglia di valutazione).
 
L'Organismo Intermedio, nell'assolvimento delle sue competenze istituzionali, svolge anche una funzione di orientamento e supporto alle AACC proponenti nella predisposizione dei Piani di Riorganizzazione Interna (PRI), che definiscono un percorso di rafforzamento interno, strumentale alla realizzazione dei POAT.
 
L'approvazione dei Progetti Operativi di Assistenza Tecnica (POAT) prevede un'istruttoria condotta dall'Organismo Intermedio al termine della quale il progetto viene condiviso con le Regioni dell'Obiettivo Convergenza nell'ambito del Comitato di Indirizzo e di Attuazione del PON (CIA).
 
Sulla base delle indicazioni complessive emerse, le Amministrazioni proponenti predispongono la versione definitiva del progetto per l'approvazione e successiva stipula della Convenzione di attuazione tra lo stesso soggetto proponente e l'Organismo Intermedio.
In una logica di trasparenza, il Dipartimento della Funzione Pubblica e le Amministrazioni Centrali interessate utilizzano una specifica Banca dati per la selezione degli esperti da coinvolgere nei progetti attivati.
 
I Progetti (POAT) prevedono una durata triennale. Sulla base delle performance raggiunte, delle risultanze dell’esercizio di autovalutazione condotto, nell’ambito del processo di valutazione operativa del PON, dall’UVAL (DPS) e del quadro aggiornato dei fabbisogni regionali, sono definiti i Progetti per i periodi successivi.
 

I Progetti approvati

I Progetti Operativi di Assistenza Tecnica (POAT) approvati sono 16. Navigando nel menù laterale è possibile accedere alle schede descrittive dei singoli POAT.
 
POAT primo ciclo di programmazione
 
  • POAT AMBIENTE (Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio);
  • POAT DAGL (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dip. Affari Giuridici e Legislativi);
  • POAT DFP (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dip. Funzione Pubblica);
  • POAT DDI (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per la Digitalizzazione della p.a. e l'innovazione tecnologica);
  • POAT GIOVENTU' (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dip. della Gioventù);
  • POAT IGRUE (Ministero dell'Economia e delle Finanze - IGRUE);
  • POAT MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali);
  • POAT MISE (Ministero Sviluppo Economico - Dir. gen. per le Politiche di Internazionalizzazione e la Promozione degli Scambi);
  • POAT PARI OPPORTUNITA' (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dip. Pari Opportunità);
  • POAT TURISMO (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dip. per gli Affari regionali, il turismo e lo sport);
  • POAT SALUTE (Ministero della Salute);
POAT secondo ciclo di programmazione
 
  • POAT MIBAC 2012-2015 (Ministero per i Beni e le Attività Culturali)
  • POAT IGRUE 2013-2015 (Ministero dell'Economia e delle Finanze - IGRUE)
  • POAT DFP 2012-2015 (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dip. Funzione Pubblica)
  • POAT DAGL 2013-2015 (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dip. Affari Giuridici e Legislativi)
  • POAT GIOVENTÙ 2013-2015 (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dip. della Gioventù)