Progetto Operativo di Assistenza Tecnica del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

 
Che cos'è. Il Progetto Operativo di Assistenza Tecnica del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (POAT AMBIENTE) si propone di rafforzare la capacità delle Amministrazioni Pubbliche delle Regioni Convergenza per un efficace utilizzo degli strumenti della politica ambientale quale condizione fondamentale per lo sviluppo territoriale. Rientra in questo obiettivo generale la governance dei processi a sostegno dell'innovazione ambientale, la definizione di interventi integrate con le altre politiche territoriali e l'orientamento degli attori locali verso forme di produzione e consumo sostenibile.
 
Attività. In questo quadro gli obiettivi specifici del Progetto riguardano prioritariamente i seguenti settori di intervento:
  • tutela qualitativa e quantitativa del sistema idrico e ottimizzazione delle risorse idriche nei diversi settori di utilizzo (civile, industriale e irriguo)
  • realizzazione di interventi integrati di difesa del suolo e di utilizzo sostenibile delle risorse idriche
  • supporto alle attività necessarie alla valutazione di impatto ambientale (VIA) e alla valutazione ambientale strategica (VAS) dei progetti, dei piani e dei programmi
  • integrazione della componente ambientale nelle politiche di sviluppo.
Il valore aggiunto assicurato dal POAT AMBIENTE nella programmazione e attuazione degli interventi cofinanziati dai Fondi strutturali riguarda sia aspetti che incidono sulla territorializzazione delle attività, attraverso un supporto diretto agli uffici regionali calibrato sui fabbisogni effettivi, sia aspetti legati al rafforzamento di capacità e competenze integrate tra i diversi settori ambientali e i Fondi strutturali.
 
Il raccordo tra politiche comunitarie e politiche nazionali si concretizza, ad esempio, nella definizione di procedure e strumenti per l'applicazione della Direttiva Europea 2007/60/CE, la Direttiva 2008/4/CE e la strategia comunitaria in materia di sviluppo sostenibile.
 
Stato di avanzamento. Il progetto ha un valore finanziario di quasi 20 milioni di euro. Le attività sono state avviate agli inizi del 2009 con termine inizialmente previsto per febbraio 2012. Tuttavia l'ampiezza e la specifica natura degli interventi hanno reso necessario posticipare tale termine alla fine del primo semestre del 2015, anche al fine di garantire continuità alle attività intraprese.
 
A seconda del settore di intervento si sono registrate interessanti esperienze. Si segnalano, tra queste, le linee guida per la valutazione ambientale strategica; lo sviluppo di procedure valutative per la VIA-VAS-VINCA; la definizione di modelli procedurali e strumenti in grado di orientare la messa in opera dei Programmi Operativi Regionali e il rispetto dei termini di legge per l'approvazione dei piani di gestione in materia di risorse idriche.