Attuazione

La fase di attuazione del Programma prevede una serie di attività proprie dell'Autorità di Gestione (AdG), responsabile della gestione e attuazione del Programma Operativo, conformemente al principio di buona e sana gestione amministrativa e secondo le funzioni che le riconoscono le disposizioni regolamentari (art. 60 Reg. (CE) n. 1083/2006 e modalità attuative definite dal Reg. (CE) n. 1820/2006). Queste attività riguardano, in particolare, gli aspetti di indirizzo e attuazione, monitoraggio, valutazione, sorveglianza e comunicazione del Programma.

Per assicurare la massima coerenza tra le singole strategie di intervento con cui viene attuata la politica regionale unitaria comunitaria a livello territoriale, il QSN 2007-2013 prevede la costituzione di un Comitato di Indirizzo e Attuazione (CIA) che affianchi l'AdG sia nella fase di programmazione che in quella di attuazione del Programma. Il CIA è stato pertanto coinvolto nella fase di programmazione e definizione dei contenuti del PON, continuando a operare anche in fase di attuazione. In particolare, sotto questo aspetto, il CIA contribuisce, tra l'altro, all'analisi dell'andamento del Programma in funzione di eventuali necessità di rimodulazione/riprogrammazione, in un quadro di coordinamento rispetto all'attuazione degli altri Programmi Operativi del QSN.

Relativamente al monitoraggio, l'Autorità di Gestione deve garantire l'esistenza di un sistema informatizzato di registrazione e conservazione dei dati contabili di ciascuna operazione attuata nell'ambito del Programma, che sia collegato con la Banca Dati Unitaria dei progetti QSN 2007-2013 (BDU IGRUE). Tutte le informazioni relative ai progetti e interventi cofinanziati dai Fondi strutturali devono infatti essere trasmesse con cadenza bimestrale al Sistema Nazionale di Monitoraggio dell'IGRUE, per consentirne l'accessibilità ai diversi target di riferimento. Rientra sotto il profilo del monitoraggio anche la raccolta dei dati relativi all'attuazione, funzionale alle attività di sorveglianza, verifica e valutazione del Programma.

L'AdG è inoltre responsabile delle modalità con cui vengono svolte le valutazioni del Programma, per garantire che queste vengano effettuate secondo quanto disposto dall'art. 47 del Reg. (CE) 1083/2006, che individua valutazioni da effettuarsi prima, durante e dopo il periodo di programmazione. Le valutazioni possono essere sia di natura strategica - al fine di esaminare l'evoluzione del Programma rispetto alle priorità comunitarie e nazionali - che di natura operativa, per supportare l'attività di sorveglianza.

Obiettivo di quest'ultima è l'accertamento dell'efficacia e della qualità dell'attuazione del Programma. La sorveglianza è demandata a un Comitato, Comitato di Sorveglianza, istituito per ogni Programma Operativo con atto formale entro tre mesi dalla data di notifica allo Stato membro della decisione di approvazione del Programma, in conformità con le disposizioni contenute nell'art. 63 Reg. (CE) 1083/2006.

Rientra nelle funzioni di un'Autorità di Gestione anche la comunicazione sul Programma di cui è responsabile, per valorizzare e diffondere la consapevolezza sugli obiettivi e la strategia di intervento, sulle modalità di attuazione e i risultati conseguiti attraverso le operazioni finanziate. Alle attività di comunicazione relative al PON Governance e Assistenza Tecnica 2007-2013 è dedicata una sezione del sito, cui si rimanda per maggiori informazioni.

Un quadro d'insieme sull'attuazione del Programma è fornito dal Rapporto Annuale di Esecuzione (RAE), trasmesso alla Commissione europea dall'Autorità di Gestione entro il 30 giugno di ogni anno, secondo quando disposto dall'art. 67 del Reg. (CE) 1083/2006. In questa sezione sono disponibili i RAE del PONGovernance e Assistenza Tecnica 2007-2013 dall'inizio della programmazione a oggi.