Comunicazione

La comunicazione sul Programma e sugli interventi cofinanziati dal PON rappresenta uno strumento di accompagnamento all'attuazione che consente di aumentare l'impatto degli interventi programmati, attraverso l'informazione e una maggiore consapevolezza sugli obiettivi del Programma e, più in generale, delle politiche di coesione. 

Le azioni di informazione e comunicazione contribuiscono anche ad alimentare una cultura della trasparenza nell'azione pubblica: opportunità di finanziamento; gestione degli interventi, attuazione finanziaria e valutazione dei risultati. Attraverso le azioni di informazione e comunicazione, infine, è possibile un confronto e una condivisione di esperienze e buone pratiche, utili per l'implementazione e una maggiore efficacia degli interventi attuati.

La valenza della comunicazione nell'azione dei Fondi Strutturali è chiaramente espressa dalle disposizioni regolamentari in materia di informazione e pubblicità contenute, per la programmazione 2007-2013, nell'art. 69 (Informazione e Pubblicità) del Regolamento generale n. 1083/2006 e nella Sezione 1 (Informazione e Pubblicità) del Regolamento (CE) n. 1828/2006. Grande rilevanza strategica viene assegnata al tema anche nella programmazione 2014-2020, disciplinato dagli artt. 115-117 del Regolamento generale n. 1303/2013 e dall'Allegato XII al Regolamento "Informazioni e comunicazione sul sostegno fornito dai Fondi". 

Nel rispetto di queste disposizioni, nel 2008, è stato definito un Piano di Comunicazione del Programma per definire gli obiettivi di comunicazione da raggiungere nel corso della programmazione e gli strumenti più adatti in funzione sia degli obiettivi che dei target di comunicazione.

Successivamente, per poter comunicare un'immagine coordinata dei prodotti di informazione e pubblicità realizzati nell'ambito del PON, l'AdG ha predisposto (novembre 2012) un documento contenente le linee guida sulle azioni di informazione e pubblicità per i Beneficiari (pdf, 214 Kb).

Le indicazioni contenute nel documento restano valide anche a seguito dell'istituzione dell'Agenzia per la Coesione Territoriale (ex art. 10 legge n.125/2013), comportando la sostituzione dei loghi istituzionali espressione della titolarità del Programma Operativo con l'emblema dell'Agenzia.