Metodologia

 
Il progetto CPT si basa su una struttura metodologica complessa che viene trasferita a tutti gli utilizzatori del dato in maniera chiara e trasparente. Per tale motivo tutte le procedure sono esplicitate in modo puntuale e in formato accessibile.
 
Solo un utente pienamente informato e consapevole degli strumenti che gli vengono forniti può utilizzare correttamente i dati e analizzare in maniera efficace quanto estratto dalle interrogazioni alla Banca dati CPT.
 
In queste pagine viene ricostruito un quadro metodologico sintetico ma, al tempo stesso, organico e completo; tuttavia, per ogni dettaglio o approfondimento necessario si rinvia alla Guida ai Conti Pubblici Territoriali.
 

 

Universo di riferimento                   

Il Sistema Conti Pubblici Territoriali produce informazioni con riferimento a due universi:

  •  la Pubblica Amministrazione (PA) che coincide fondamentalmente con la definizione della contabilità pubblica italiana ed è costituita da enti che, in prevalenza, producono servizi non destinabili alla vendita
  •  il Settore Pubblico Allargato (SPA) che include, oltre alla PA, un Settore Extra PA comprensivo di quei soggetti, centrali e locali, che producono servizi di pubblica utilità e sono controllati direttamente o indirettamente da Enti pubblici  
  A sua volta, il settore ExtraPA è costituito:
  •  a livello centrale, dalle Imprese Pubbliche Nazionali, ovvero tutte le entità sotto il controllo pubblico, impegnate nella produzione di servizi destinabili alla vendita, a cui la Pubblica Amministrazione ha affidato la mission di fornire agli utenti alcuni servizi di natura pubblica, come le telecomunicazioni, l'energia, ecc.
  •  a livello locale, dalle Imprese Pubbliche Locali, ovvero un comparto, ad oggi di circa 4.000 unità, formato da enti rilevati capillarmente sul territorio dai Nuclei Regionali CPT e non considerati in modo organico da alcuna altra fonte statistica.
L'approccio flessibile che caratterizza il Sistema CPT consente, in virtù della disponibilità di un universo di rilevazione particolarmente ampio, di modulare di volta in volta i confini da applicare al Settore Pubblico Allargato sulla base delle finalità di analisi.
 
Gli enti appartenenti ai diversi comparti del Settore Pubblico Allargato sono oggetto di costante monitoraggio effettuato con il contributo di tutte le componenti della Rete CPT, nonché con il continuo confronto con altre istituzioni (Istat, RGS, Ministero della Funzione Pubblica, Corte dei Conti, ecc.).
 
È da sottolineare il diverso processo di consolidamento necessario qualora si consideri come universo di riferimento la PA o il SPA: nel Sistema CPT ciascun ente viene considerato come erogatore di spesa finale, attraverso l'eliminazione dei flussi intercorrenti tra i vari livelli di governo interni all'universo di riferimento.
Riferimenti puntuali su criteri e principi adottati per la delimitazione dell'universo di riferimento sono contenuti nel capitolo 3 della Guida Metodologica CPT da affiancare con il contenuto della Nota relativa alle ultime revisioni effettuate. 

freccia su grigia