Agenzia e Unioncamere alleati per uno sviluppo locale più a misura delle imprese e d’impatto sui territori: al via il progetto SISPRINT

Roma, 15 giugno 2017

 

Al via il progetto SISPRINT, finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 

Rafforzare la capacità delle Amministrazioni locali nella programmazione di progetti di sviluppo coerenti con i reali bisogni delle imprese e d’impatto sui territori.

È l’obiettivo del progetto SISPRINT - Sistema Integrato di Supporto alla PRogettazione degli Interventi Territoriali, ammesso a finanziamento nel quadro del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 e reso pienamente operativo attraverso la sottoscrizione nella giornata di ieri di una convenzione tra Agenzia per la Coesione Territoriale e Unioncamere.  

L’iniziativa si inserisce nel processo di cambiamento e di riforma in cui le Amministrazioni pubbliche sono impegnate per sostenere lo sviluppo della competitività del sistema economico-produttivo e la crescita del Paese.

SISPRINT coinvolgerà nei prossimi anni un team di esperti delle agenzie del sistema camerale e, a regime, 20 Camere di Commercio su tutto il territorio nazionale.

“Con il progetto SISPRINT, il sistema camerale mette a disposizione delle amministrazioni locali la straordinaria mole di informazioni sull’impresa e sui territori contenuta nel Registro delle imprese, ma anche la naturale vicinanza e capacità di dialogo con il tessuto imprenditoriale propria delle Camere di commercio”, commenta il presidente di Unioncamere, Ivan Lo Bello. “Operando in stretto coordinamento con l’Agenzia di Coesione territoriale, vorremmo in questo modo rendere più semplice ed efficace la realizzazione di interventi e progetti di sviluppo utili per imprese e cittadini”.

Attraverso questa iniziativa verrà inoltre resa disponibile alle Amministrazioni locali una strumentazione operativa utile per mettere a punto una progettualità più rispondente alle esigenze concrete di sviluppo e competitività delle imprese. Questa strumentazione valorizzerà il patrimonio di dati economici provenienti dal Registro delle imprese delle Camere di commercio integrandolo con le informazioni di cui dispone l’Agenzia per la Coesione Territoriale. 

“Un’iniziativa che va incontro non solo alle necessità del tessuto economico e produttivo ma pienamente rispondente alle esigenze delle Amministrazioni impegnate nella attuazione dei Programmi per  innescare una progettazione di qualità. Una progettazione che interpreti le dinamiche di sviluppo, di crescita e di competitività - sostenute dalla politica di coesione - secondo le caratteristiche dei diversi territori e che sia d’impulso all’attuazione del complesso degli interventi previsti a livello locale. Fondamentale in questo processo -  sottolinea il Direttore Generale dell’Agenzia per la Coesione territoriale, Maria Ludovica Agrò – sarà la partecipazione continua e strutturata del partenariato”.

Le Camere di Commercio parteciperanno all’iniziativa quali “antenne intelligenti”, cui spetterà il compito di realizzare iniziative locali di animazione e ascolto del territorio, coinvolgendo tutte le componenti economiche e sociali.